Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti.
L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

  • calatrava.jpg
  • montsegur.jpg
  • croazia_home.jpg
  • pound.jpg
  • redi05.jpg
  • leone.jpg
  • carpe_diem_home.jpg
  • leone_home.jpg
  • croce1.jpg
  • angelo_vallie_home.jpg
  • sangiorgio.jpg
  • legionario01.jpg
  • ragazzi99.jpg
  • templare01.JPG
  • alpini.jpg

Il mito è raccontato all'inizio del libro settimo de La Repubblica (514 b – 520 a). Si tratta di uno dei testi universalmente riconosciuti come fondamentali per la storia del pensiero e della cultura occidentale. Platone scrive che dei prigionieri in una caverna possono solo vedere le ombre del mondo. L'allegoria spiega come l'essenza delle cose sia molto difficile da vedere e riconoscere, molto più facile vederne l'ombra, un simulacro. Perciò l'uomo deve innanzi tutto riuscire a vedere con chiarezza per poter arrivare all'essenza della realtà e delle cose prima di esprimere un opinione o un pensiero.

Contatti:     Redazione     Web Admin     |     Privacy Policy     |     Cookie Policy     |    Disclaimer     |     Creative Common license

X

Right Click

No right click