Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti.
L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

  • templare01.JPG
  • carcasson.jpg
  • balder.jpg
  • tricolore.jpg
  • alba.jpg
  • croazia_home.jpg
  • croce1.jpg
  • iterun_rudit_home.jpg
  • angelo_vallie_home.jpg
  • sangiorgio.jpg
  • aquila_home.jpg
  • tramonto.jpg
  • leone.jpg
  • carpe_diem_home.jpg
  • pound.jpg

25 aprile 2020 ricorrenza di San Marco, La Fenice riprende il volo.

Era il lontanissimo 1995 quando la collaborazione fra Carpe Diem e Vertex teatro riuscì a rappresentare a Milano l'opera Mediterraneum.Il Teatro fu messo a disposizione gratuitamente da Tommaso Staiti di Cuddia. Il testo che segue è da leggere e gustare d'un fiato. Poesia, cultura, e perchè no politica si fondono magistralmente.

Si può parlare di Leon Degrelle per ore oppure si può semplicemente nominare che l’effetto è sempre il medesimo, un profondo stupore e un timore quasi reverenziale, quasi si trattasse di una divinità.
Certo che pensare al fondatore di REX al volontario della Vallonie al Comandante della Vallonie e successivamente all’esule non è come pensare alla partita di calcio domenicale.

Non poteva mancare un pò di ricerca storica su una delle più famose canzoni che ultimamente è stata protagonista di cantate in Chiesa ed al Parlamento Europeo. Come sempre la storia, quella frutto di ricerche, da dei risultati incontrovertibili. Non vogliamo certo cambiare il senso comune della canzone, vogliamo semplicemente presentare il nostro lavoro. Certo con un pò di irriverenza proponiamo testo e musica di Bella Ciao delle Mondine.

Pressochè sconosciuto al grande pubblico il rapporto fra Robert Brasillach e Drieu la Rochelle con la rivoluzione nazionale in Spagna. Un rapporto sia politico ma anche e sopratutto di un idem sentire, dell'embrione ideologico per cui le guerre si combattono non più per difendere una nazione ma per difendere un idea una visione differente del mondo e dell'Europa.

NM

In fondo il nostro è un campo di battaglia . Molti di noi lo frequentano dall'adolescenza . Un campo di Cultura , di Storia e di storie. Spesso sconosciute . Di verità nascoste .Di progetti e di sogni impossibili. E come tutti i campi di battaglia degni di questo nome si celebrano gli eroi.

Quel mattino di profondo autunno Codogno rappresentava perfettamente musica e colori del momento . Niente come la campagna padana è infatti in grado di esaltare a pieno le caratteristiche stagionali. Quando mia madre entrò nella mia stanza avvertii subito il suo disagio . Doveva darmi una brutta notizia , era morto Paul .....come lo chiamava lei in slang lombardo da interpretare.

Mai come in questo periodo stiamo assistendo ad un lento ma graduale sgretolamento delle regole del vivere sociale. I valori, le motivazioni che fungono da collante della società si sono evoluti e trasformati in qualcosa di profondamente diverso e in qualche caso profondamente perverso.

La befana americana ha messo fine alle aspettative deliranti a destra, ma questo lo abbiamo già detto. Ha contribuito però a mettere a nudo la stucchevole ipocrisia delle varie vestali della democrazia.

L’interessantissima intervista podcast a Carlomanno Adinolfi “Cybercinema e Cyberpunk” pubblicata su Kulturaeuropa due giorni fa, offre molti spunti su cui riflettere.

Contatti:     Redazione     Web Admin     |     Privacy Policy     |     Cookie Policy     |    Disclaimer     |     Creative Common license

X

Right Click

No right click