Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti.
L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

  • calatrava.jpg
  • leone_home.jpg
  • croazia_home.jpg
  • carcasson.jpg
  • angelo_vallie_home.jpg
  • aquila_home.jpg
  • aquedotto.JPG
  • montsegur.jpg
  • templare01.JPG
  • redi05.jpg
  • legionario01.jpg
  • croce1.jpg
  • balder.jpg
  • legionario.jpg
  • motaemarin.JPG

 
Il Mito, narrazione sacra che racconta del Sacro, incontra la Poesia, narrazione metaforica che racconta dell'Uomo. In quest'unione fra Sacro ed Umano nasce e si sublima l'Uomo in cui ineluttabilmente si uniscono e si pervadono il Sacro e l'Umano. Essenza naturale dell'Uomo Europeo

 

La poesia di Brasillach, Il mio paese mi fa male, nella rappresentazione teatrale di Vertex Teatro, fa tornare con la mente, ma sopratutto con le emozioni, al periodo drammatico della guerra Europea ed al dramma di tutti i patrioti Europei. Le immagini tremolanti fanno da contraltare alla determinazione delle parole di Brasillach, il duetto fra i due attori, con il contrasto di toni e di volume, rappresenta appieno il dramma poetico.

Pubblichiamo una bella poesia di Brasillach scritta pochi giorni prima di essere ucciso. La recita è di Barbara Ferullo, che ringraziamo di tutto cuore. Barbara è, dai tempi dell’indimenticabile Falcetta, la voce e il cuore di Vertex teatro. Speriamo, e ci auguriamo, che voglia regalarci altre splendide emozioni.

In tutte le culture gli uomini hanno cercato di interpretare gli avvenimenti naturali dando una spiegazione che fosse accettabile e che li rassicurasse. L'ignoto è spaventoso, invece una cosa, seppur terribile, non terrorizza, spaventa ma non terrorizza. Su questi presupposti antropologici è nata la leggenda del Gigiat.

Testo elaborato da Vertex Teatro dai contenuti artistici e politici di indiscutibile valore. Rappresentato durante la stagione Teatrale Alternativa nel 1995 a Milano organizzata in collaborazione con Carpe Diem. La sala teatrale fu messa a disposizione gratuitamente da Tommaso Staiti di Cuddia.

Contatti:     Redazione     Web Admin     |     Privacy Policy     |     Cookie Policy     |    Disclaimer     |     Creative Common license

X

Right Click

No right click