Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti.
L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

  • legionario.jpg
  • ragazzi99.jpg
  • legionario01.jpg
  • iterun_rudit_home.jpg
  • alba.jpg
  • angelo_vallie_home.jpg
  • croazia_home.jpg
  • carpe_diem_home.jpg
  • templare01.JPG
  • sangiorgio.jpg
  • fenice003.jpg
  • carcasson.jpg
  • croce1.jpg
  • pound.jpg
  • tricolore.jpg

Siamo allergici alla definizione "giornata del ricordo", non ci ritroviamo in questa definizione, come se ci fossero dei giorni specifici per ricordare qualcosa, e poi per altri 364 giorni il vuoto cosmico. Non ci piace il semplice ricordo, non ci piace la richiesta di "giustizia e verità" per i Martiri delle Foibe. 

Dopo l'omicidio, a Belfast, di un uomo, collegato con i dissidenti repubblicani da parte dell'Oglaigh na hEireann, una fazione staccatasi dalla Real IRA, stando a quanto riportato dai media nordirlandesi in base alle fonti di polizia, sabato sera a Londonderry nell'area repubblicana di Creggan, due uomini sono stati gambizzati.

Con queste parole, quasi 50 anni fa, venne pubblicata la notizia, sulla Voce della Fogna, del primo campo Hobbit. Vogliamo utilizzare la stessa frase per la nascita della web radio, Radio 23 Settembre, che oggi alle 10,00 inizierà le trasmissioni.

Ulster, tra allarmi bomba e colpi di pistola, i lealisti in meeting con le istituzioni nordirlandesi. Nella seconda settimana di gennaio sono esplosi nuovamente dei colpi di pistola ad East Belfast, una roccaforte lealista e protestante, un'abitazione è stata presa d'assalto da un gruppo di uomini, quando le forze di polizia sono intervenute sul posto dopo essere state chiamate non hanno trovato nessuno.

La prima settimana del nuovo anno in Irlanda del Nord si era conclusa con una seconda gambizzazione a Derry/Londonderry e con lanci di oggetti verso la polizia a Belfast nel corso di un pattugliamento di controllo, da sabato scorso sembrano continuare le tensioni.

Jan Palach prima di morire: “Ci sono momenti nella storia in cui bisogna fare qualcosa”.

Di questi tempi l'uragano mediatico, con mezzi infiniti, cerca di spazzare via la Storia mistificando la realtà. Dopo i dubbi su Norma Cossetto ecco arrivare puntuali i primi colpi alle Foibe. Un libro, giustificazionista sulla tragedia che colpì le popolazioni triestine, viene pubblicato e subito un quotidiano locale, Il Piccolo di Trieste, riprende ed enfatizza. Nessuna censura, nessuna parola per gli infoibati. Non siamo certo in grado di "fare opinione" non ne abbiamo i mezzi economici. Ma certamente zitti non stiamo.

La Fenice

Anche i più bei scorci del Lago di Como possono celare verità orribili. Verità che ad oltre sett'anni non si possono raccontare, se non sussurrate da qualche supestite, bambino / bambina all'epoca dei fatti. Le prime notizie sul luogo le ebbi quasi 43 anni fa, quasi sussurrate.. parlavano di cadaveri legati con fil di ferro, le mani ai piedi, con gli scheletri che dondolavano agganciati agli scogli del lago a oltre 30 metri di profondità, prima dell'abisso.

NM

Ieri, 12/01/21 il Riformista apre con una prima pagina esplosiva, dedicata alle motivazioni sulla sentenza emessa nei confronti di Gilberto Cavallini. Gli articoli sono molto tecnici ma molto chiari e senza dubbio molto coraggiosi. Noi non possediamo la cultura giuridica per fare commenti tecnici, ma abbiamo un anima, un emotività ed un Onore. E sono questi che vogliamo comunicare. Non dotte analisi, non freddi commenti. Un semplice grido: "VERITA"

NM

Il primo ministro dell'Irlanda del Nord, Arlene Foster del Democratic Unionist Party, è sotto la minaccia del South East Antrim UDA, una fazione distaccatasi da tempo dall'organizzazione originale lealista, l'Ulster Defence Association.

Contatti:     Redazione     Web Admin     |     Privacy Policy     |     Cookie Policy     |    Disclaimer     |     Creative Common license

X

Right Click

No right click